Introduzione

Questo blog si propone di creare uno spazio per il dialogo ecumenico/interreligioso tra persone neurodiverse, con lo scopo di sensibilizzare le rispettive comuntà religiose e convincerle che la neurodiversità è una ricchezza e non (solo) un'esigenza di assistenza.

Sono ebre* per scelta, sono anche Aspie, e gendervague (cioè non-binari* proprio perché neurodivergente); mi prefiggo di creare una teologia della neurodiversità su base biblica, in quanto condivisibile da ebrei e cristiani, e spero che questi sforzi inducano persone di altre religioni a creare la propria teologia.

In campo ebraico non si è ancora creato nulla di serio, in quanto gli ebrei neurodivergenti hanno preferito dedicarsi (lodevolmente!) all'attivismo, e temo che dovremo aspettare l'ordinazione di rabbin* dichiaratamente ed orgogliosamente neurodivergent* per ottenere qualcosa.

Il meglio che sono riuscito a trovare finora è questo: Neuroqueering Judaism: Reflections on Mad Passover / by Daniel Au Valencia, che direi ispirato da molta buona volontà, ma limitata padronanza della religione ebraica. È comunque un utile punto di partenza.
In campo cristiano, due sono i libri che mi prefiggo di studiare:
Dei libri che spero di leggere in un momento successivo sono:
Gli obbiettivi del movimento per la neurodiversità sono elencati in questa pagina che mi prefiggo di tradurre; non mi sento neuroqueer, anche se questo movimento esprime delle valide istanze, e temo che questo blog diventerà per forza neuroqueer, in quanto "neurodivergente e produttore di letteratura od altri prodotti culturali che mettono in primo piano le esperienze e le prospettive neurodivergenti".

Nel frattempo vi elenco le condizioni psichiatriche che vorremmo depatologizzare, in quanto spesso caratterizzate da grande intelligenza:

  1. Disturbo dello Spettro Autistico (che comprende anche la Sindrome di Asperger);
  2. Disprassia;
  3. Discalculia;
  4. Dislessia;
  5. AD(H)D (Disturbo da Deficit dell’Attenzione [spesso con Iperattività]);
  6. Sindrome di Tourette;
  7. Disturbi Bipolari (alcuni, tra cui io, vorrebbero includere anch’essi).

E quest'immagine dovrebbe rappresentare le interrelazioni tra esse:



Non comprende i disturbi bipolari, e si focalizza sui problemi, non sulle ricchezze della neurodivergenza.

Raffaele Yona Ladu
Ebre* umanista gendervague

Commenti

Post popolari in questo blog

Draft Bibliography