Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2017

Draft Bibliography

I am still a dilettante, so I can only suggest a few sites showing the self-awareness of some neurodivergent people - hoping that it may stimulate your reflections. A good introductory page is: http://ibpf.org/blog/identity-and-neurodiversity while the best site for starters is apparently http://neurocosmopolitanism.com/ the best pages I have found so far are: http://neurocosmopolitanism.com/neurodiversity-some-basic-terms-definitions/ http://neurocosmopolitanism.com/neuroqueer-an-introduction/ http://neurocosmopolitanism.com/throw-away-the-masters-tools-liberating-ourselves-from-the-pathology-paradigm/ This blog links to several others, quite interesting ones, but I would like to focus now on the psychiatric conditions usually encompassed in the "neurodiversity" definition. They are: Autism Spectrum Disorder (including Asperger's Syndrome); Dyspraxia; Dyscalculia; Dyslexia; AD(H)D [Attention Deficit Disorder (often with Hyperactivity)]; Tourette Syndrome; Bipolar disorders. …

00003 - Salomone

Non posso fare altro che linkare questa pagina, che spero di poter tradurre presto:
http://the-art-of-autism.com/5-reasons-why-i-believe-king-solomon-was-on-the-autism-spectrum/
per argomentare che forse Salomone era nello spettro.
Raffaele Yona Ladu Ebre* umanista gendervague Soci* di Autistic Self-Advocacy Network

00002 - Mosè ed Aronne

Questo post verrà spesso rimaneggiato, in quanto ammetto di dover approfondire la vita di coloro di cui parlo.


Quando “Io sono colui che sono” incarica Mosé di parlare agli israeliti, questi lamenta di essere “pesante di bocca e pesante di lingua” [Esodo 4:10], e perciò Dio gli dice di affidarsi al fratello Aronne come portavoce. La difficoltà di linguaggio di Mosè può essere sintomo di neurodivergenza, e molte persone neurodivergenti hanno bisogno dell’aiuto di una persona neurotipica, se non per comunicare, per cose solo apparentemente banali come organizzare la propria agenda. Non sappiamo l’ordine di nascita di Mosé ed Aronne – sappiamo solo che la loro sorella Miriam era già una bambina sveglia quando Mosé fu messo nella cesta ed abbandonato alle acque del Nilo.


Ed anche se Mosé ha una certa preminenza sul fratello perché è solo a lui che Dio parla faccia a faccia, ed è Mosè che deve ricevere e trasmettere la Torah (scritta ed orale) ad Israele, la Scrittura e la letteratura rab…

00001 - L'Esodo dall'Egitto

L’evento che fonda il popolo ebraico è l’Esodo dall’Egitto, a cui il Faraone acconsente dopo la decima e più tremenda delle piaghe: la morte dei primogeniti, umani ed animali.
Il primogenito ereditava il ruolo di capofamiglia, e pure di sacerdote dei culti domestici; pertanto la morte di tutti i primogeniti destrutturava la stuttura sociale oppressiva dell’Egitto.
Ma cos’è l’Egitto? I rabbini avvertono che l’Egitto non è un semplice luogo geografico, ma un luogo spirituale, il cui nome ebraico, “Mitzrayim” (cfr. il nome arabo “Misr”) si può interpretare come “Luogo delle due distrette”.
Quindi, l’aver passato indenni il Mar Rosso non garantisce di essere usciti dalla “casa di schiavitù”; ogni anno la notte di Pasqua si deve rivivere personalmente l’Esodo dall’Egitto, non recitando, bensì facendosi coinvolgere dall’Haggadah, ed il famoso rabbino Nachman di Breslavia (1772 – 1810) avvertiva:
“L’Esodo dall’Egitto si ripete in ogni essere umano, in ogni epoca, ogni anno, ogni giorno”.
Us…

Introduzione

Immagine
Questo blog si propone di creare uno spazio per il dialogo ecumenico/interreligioso tra persone neurodiverse, con lo scopo di sensibilizzare le rispettive comuntà religiose e convincerle che la neurodiversità è una ricchezza e non (solo) un'esigenza di assistenza.

Sono ebre* per scelta, sono anche Aspie, e gendervague (cioè non-binari* proprio perché neurodivergente); mi prefiggo di creare una teologia della neurodiversità su base biblica, in quanto condivisibile da ebrei e cristiani, e spero che questi sforzi inducano persone di altre religioni a creare la propria teologia.

In campo ebraico non si è ancora creato nulla di serio, in quanto gli ebrei neurodivergenti hanno preferito dedicarsi (lodevolmente!) all'attivismo, e temo che dovremo aspettare l'ordinazione di rabbin* dichiaratamente ed orgogliosamente neurodivergent* per ottenere qualcosa.

Il meglio che sono riuscito a trovare finora è questo: Neuroqueering Judaism: Reflections on Mad Passover / by Daniel Au Valenc…